2014
La professionalità nella tecnica di distribuzione
Arnold Schuler
Care Lettrici, egregi Lettori,
con piacere ho raccolto l’invito di fare una breve premessa a questo numero speciale sulla professionalità delle tecniche di distribuzione di prodotti fitosanitari. Anch’io, da frutticoltore, sono un “utilizzatore professionale” di fitosanitari ai sensi dell’art. 3 della Direttiva 2009/128/CE “che istituisce un quadro per un’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi”. La stessa terminologìa è richiamata anche nel testo del Piano di Azione Nazionale (PAN). Anche le scelte dell’opportunità o meno di impiegare un prodotto fitosanitario, quale, quando e come, ricadono certamente nell’ambito della professionalità. La maggior parte degli agricoltori altoatesini, grazie alla formazione professionale e alla consulenza che ha avuto, è in grado di stabilire se un fitosanitario debba o meno essere distribuito. Come utilizzatori primari di questi relativamente costosi mezzi di produzione, noi agricoltori siamo esposti in prima persona al più elevato rischio sanitario che caratterizza questi prodotti. Entrambi sono ottime motivazioni per scegliere con accuratezza e per prendere tutte le precauzioni per il loro impiego.
Leggere articolo
Pacifica convivenza tra un’azienda zootecnica ed una frutticola a Laudes
Katharina Martini
Frutta e Vite: Signor Erhard, La preoccupa la possibile deriva di fitosanitari sui Suoi prati?
Paul Erhard: No, per la verità non sono preoccupato. Naturalmente dipende anche dal vicino che ci si trova. Il mio confinante, signor Horst Niederholzer, viene spesso da me e mi chiede se e quando ho intenzione di falciare i prati. Se gli dico che non sfalcio, gli dico anche che può trattare liberamente. Quando i confinanti parlano tra loro e si ascoltano non ci sono problemi. Bisogna riuscire ad intavolare un dialogo. Questa è la cosa più importante.
Leggere articolo